B&B Dei Laghi

Brebbia, Varese (Lombardia, Italia)

B&B Dei Laghi

B&B Dei Laghi

Brebbia, Varese (Lombardia, Italia)

Nessuna valutazione 

persona al giorno (circa)
Persone
Tipo
Appartamenti
26.75 €
2 - 15
Affitto per camere
4
Nessuna valutazione
Affitto per camere
Persone 2 - 15
Il Bed and Breakfast dei Laghi è un’accogliente casa degli inizi ’900 interamente ristrutturata, disposta su due piani, circondata da un grazioso giardino, dotato di tavoli e sedie per gli ospiti, è situata a 2 km dal Lago Maggiore, a 5 km dal Lago di Varese, a 3 km dal Lago di Monate e a 6 km dal Lago di Comabbio.

Il B&B ha a disposizione degli ospiti un confortevole appartamento, interamente climatizzato, composto da quattro camere da letto, quattro bagni e una graziosa sala colazione con angolo cottura. Le camere sono tutte dotate di climatizzatore autonomo, hanno: zanzariere alle finestre, bagno privato, finestre con vista sul giardino, TV a colori e rete wireless disponibile.
Per saperne di più
Nel giardino che circonda il B&B è disponibile un barbecue, un gazebo, ombrelloni, tavoli, sedie ed un parcheggio per le auto degli ospiti.

Di fronte al B&B si può visitare il Mulino Piona, l’ultimo mulino (seicentesco) sul fiume Bardello ancora funzionante, il paesaggio è davvero piacevole, completamente immerso nel verde.

A 5 minuti dal B&B si trova lo Swin Planet, un divertentissimo parco acquatico dotato di numerosi scivoli, piscine con onde artificiali, area fitness e un grande fungo a pioggia dal quale scendono piacevoli getti d’acqua.

Dai vicini porti del Lago Maggiore è possibile imbarcarsi per un incantevole viaggio sul lago e visitare le Isole Borromee, Villa Taranto, Villa Pallavicino e raggiungere anche Locarno e Ascona nella vicina Svizzera.
Dai vicini porti del Lago Maggiore è possibile imbarcarsi per un incantevole viaggio sul lago e visitare le Isole Borromee, Villa Taranto, Villa Pallavicino e raggiungere anche Locarno e Ascona nella vicina Svizzera.

Leggiuno (Eremo di Santa Caterina del Sasso e imbarco per le Isole Borromee): 7 km.
Angera (la Rocca e imbarco per un incantevole viaggio sul lago Maggiore): 9 km.
Laveno (funivia del Lago Maggiore e imbarco per un incantevole viaggio sul lago Maggiore): 10 km.
Gavirate (Lido e Pista ciclabile): 5 km.
Varese (Campo dei Fiori e Sacro Monte): 15 km.
Varese (Giardini di Palazzo Estense, Villa Panza, Villa Ponti e Villa Recalcati): 13 km.
Aereoporto di Malpensa: 22 km.
Casa di cura Fondazione Borghi: 500 metri.
La Stazione delle Ferrovie dello Stato di Besozzo (linea Luino-Gallarate-Milano) è raggiungibile a piedi in pochi minuti: 500 metri.
Attigua al B&B è la fermata delle Autolinee Varesine (linea Varese-Angera-Sesto Calende-Milano: 30 metri.
(nascondere)

Marisa & Salvatore - Gestori di B&B Dei Laghi (Proprietario)

Parla Francese, Spagnolo, Italiano

Contattare il proprietario

Informazioni sul proprietario e sull'alloggio Per saperne di più

Su Marisa & Salvatore - Gestori di B&B Dei Laghi

Ecco, questi siamo noi: Marisa e Salvatore.
Vi aspettiamo nella nostra casa, dove abbiamo messo a Vostra disposizione un’intero appartamento. Vi accoglieremo con un sorriso, saremo noi a preparaVi la prima colazione, Vi consiglieremo i posti da visitare, faremo il possibile per farVi sentire come a casa Vostra e cercheremo di rendere il Vostro soggiorno piacevole il più possibile.
Arrivederci e buone vacanze.

(nascondere)

Caratteristiche

  • Esterno: Giardino,  Barbecue,  Mobili da giardino. 
  • Interno: Aria condizionata,  Lavatrice,  Microonde,  Riscaldamento,  Sala da pranzo,  Camera con televisione,  Camere con bagno,  Cucina,  Televisione,  Parcheggio. 
  • Servizi: Accesso Internet,  Animali ammessi,  Servizio colazione,  Documentazione sulla zona,  Wi-Fi gratis. 
  • Situazione: Accesso asfaltato,  Zona collinare,  Fuori dal centro urbano,  Accesso segnalato,  Accessibile con mezzi pubblici,  Vicino a laghi o fiumi balneabili. 
Le camere sono tutte dotate di climatizzatore autonomo, hanno: zanzariere alle finestre, bagno privato, finestre con vista sul giardino, TV a colori e rete wireless disponibile.
Nel giardino che circonda il B&B è disponibile un barbecue, un gazebo, ombrelloni, tavoli, sedie, panche ed un parcheggio per le auto degli ospiti.
I gestori del B&B dei laghi: Marisa e Salvatore Vi accoglieranno con un sorriso, saranno loro a prepararVi un'abbondante e varia prima colazione, Vi consiglieranno i posti da visitare, faranno il possibile per farVi sentire come a casa Vostra e cercheranno di rendere il Vostro soggiorno piacevole il più possibile, mettendo a Vostra disposizione i seguenti servizi: uso della cucina, rientro libero a qualsiasi ora della notte, pulizia giornaliera delle camere e dei bagni, cambio della biancheria del letto e del bagno ogni 3 giorni, lavatrice, asse e ferro da stiro, asciugacapelli, sapone liquido, bagnoschiuma, sciampo, rete wireless disponibile e si accetta animali.

(nascondere) Per saperne di più

Attività

  • Terra: Bicicletta - MTB,  Golf,  Passeggiate a cavallo,  Escursioni - trekking,  Tennis,  Tiro con l'arco. 
  • Acqua: Immersione subacquea,  Sci acquatico,  Canottaggio o Kayak,  Escursioni in barca,  Vela,  Pesca. 
  • Aria: Deltaplano,  Parapendio. 

Questo alloggio non ha ricevuto opinioni negli ultimi 24 mesi
Conosci questo alloggio?


Valutazione per categorie

Pulizia
-
Accoglienza del proprietario
-
Ambiente
-
Dotazioni
-
Relazione qualità/prezzo
-
Qualità del sonno
-







Non sono state trovate recensioni per questo evento.

Visualizza le opinioni in: francese (1),  inglese (2).


  S D L M Me G V S D L M Me G V S D L M Me G V
4: Azzurra 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
5: Margherita 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
4: Orchidea 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
2: Violetta 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Calendario aggiornato il 2017-07-17  Disponibile  Fine settimana  Occupato


Camere B&B Dei Laghi

Azzurra

posti 4

Azzurra

: 1 Camera da 4 posti letto, bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Trattamento
Estate sui laghi 01/giu/17 30/set/17 - 110,00 € - Solo pernottamento
Resto dell'anno 2 100,00 € 110,00 € Con colazione
Orchidea

posti 4

Orchidea

: 1 Camera da 4 posti letto, bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Letto aggiunto Trattamento
Estate sui laghi 01/giu/17 30/set/17 2 90,00 € - - Solo pernottamento
Resto dell'anno 2 80,00 € 90,00 € 15,00 € Con colazione
Margherita

posti 5

Margherita

: 1 Camera da 5 posti letto, bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Trattamento
Estate sui laghi 01/giu/17 30/set/17 - 130,00 € - Solo pernottamento
Resto dell'anno 2 120,00 € 130,00 € Con colazione
Violetta

posti 2

Violetta

: 1 camera matrimoniale, bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Trattamento
Estate sui laghi 01/giu/17 30/set/17 2 70,00 € - Solo pernottamento
Resto dell'anno 2 60,00 € 70,00 € Con colazione
I prezzi includono l'IVA

Maggiori informazioni

Quantità della prenotazione:
0.0  €
Resto del pagamento:
Alla consegna delle chiavi 
Modalità di pagamento:
Bonifico bancario ,   In contanti  
quattro camere: 1 quadrupla, 1 triple, 1 doppia, 1 multipla 


CELESTE - Camera quadrupla provvista di: 
aria condizionata
2 letti singoli
letto matrimoniale
armadio
cassettiera
TV color
bagno privato in camera. 
Prezzo uso singolo: € 40/55
Prezzo uso doppio: € 60/70 
Prezzo uso triplo: € 80/90
Prezzo uso quadruplo € 100/110


ORCHIDEA - Camera tripla provvista di: 
aria condizionata 
letto matrimoniale
letto singolo
cassettiera
TV color
bagno privato in camera. 
Prezzo uso singolo: € 40/55
Prezzo uso doppio: € 60/70
Prezzo uso triplo: € 80/90
Letto aggiunto € 15


VIOLETTA - Camera matrimoniale provvista di: 
aria condizionata 
letto matrimoniale
armadio
cassettiera
TV color
bagno privato in camera
Prezzo uso singolo: € 40/55
Prezzo uso doppio: € 60/70


MARGHERITA - Camera - appartamento provvista di: 
aria condizionata 
letto matrimoniale
divano letto una piazza e mezza
cassettiera
salotto con 2 divano letto e TV color
angolo cottura
bagno privato. 
Prezzo uso singolo: € 50/60
Prezzo uso doppio: € 70/80
Prezzo uso triplo: € 90/100
Primo letto aggiunto € 20
Secondo letto aggiunto € 10


Bambini fino a 3 anni gratis
Bambini da 4 a 7 anni: € 10

via IV Novembre 12 - 21020 BrebbiaBrebbia (VareseLombardia)

Mappa Mappa | Calcolo dell'itinerario Calcolo dell'itinerario

Indicazioni del proprietario

In auto: da Milano -  Autostrada A8 dei laghi, uscita Sesto Calende – Vergiate, superstrada SS629 per Laveno – Luino, uscita Malgesso e prendere per Brebbia.

In treno: La Stazione delle Ferrovie dello Stato di Besozzo (linea Luino-Laveno-Gallarate-Milano) è raggiungibile a piedi in pochi minuti: 500 metri.

In Autobus: La fermata delle Autolinee Varesine frazione Ronchèè (linea Varese-Angera-Sesto Calende-Milano): 20 metri.

Luoghi di interesse

  • a 7 km: Leggiuno - imbarco per Isola Bella 
    L’Isola Bella è una vera e propria perla naturale che la mano dell’uomo ha reso ancora più preziosa; da sempre è una delle mete preferite nella zona del Lago Maggiore e destinazione irrinunciabile per tutti coloro che vogliono godere di un panorama dall’indescrivibile fascino. A dominare l’isola il suo bellissimo palazzo barocco, affiancato da un lussureggiante giardino all’italiana alto 37 metri e disposto su dieci terrazze discendenti. Sono aperte alla visita numerose aree del palazzo: sale riccamente allestite e lussuosi saloni arricchiti con inestimabili opere d’arte. Nel giardino si trovano fiori e piante esotiche molto rare, la cui crescita è permessa dal clima particolarmente mite del Golfo Borromeo. Ovunque prevale la ricerca scenografica, culminante nel “Teatro” che chiude il sovrapporsi delle terrazze: a dominare la scena è la statua del Liocorno, insegna araldica dei Borromeo, fiancheggiata dalle statue della Natura e dell’Arte. Lo stupendo e vastissimo giardino è ulteriormente abbellito da vasche, fontane e da una moltitudine di statue risalenti alla seconda metà del Seicento. Contribuiscono all’incantevole fascino del luogo anche i pavoni bianchi, liberi di girare sui prati vellutati.
  • a 7 km: Leggiuno - imbarco per Isola Pescatori 
    L’Isola dei Pescatori, detta anche Isola Superiore per la posizione più a nord rispetto alle altre isole del golfo, è sicuramente la più pittoresca delle Isole Borromee, nonchè l’unica a essere stabilmente abitata. Il suo piccolo e antico borgo si caratterizza per gli stretti vicoli su cui spiccano le tipiche abitazioni a più piani, con lunghi balconi adibiti all’essiccamento del pesce; gli abitanti dell’isola vivono, infatti, principalmente di pesca e di turismo. Il suo inconfondibile e suggestivo profilo è contraddistinto dall’aguzzo campanile della Chiesa di San Vittore che spunta sui tetti rossi delle case e la sua riva è sempre occupata dalle piccole barche dei suoi cinquanta residenti. La suggestione aumenta alla sera, quando l’intera isola viene avvolta da un’armoniosa illuminazione che la trasforma in un vero e proprio quadro vivente, specchiato nelle docili acque del Lago Maggiore. Giunti sull’isola è impossibile non visitare la Chiesa di San Vittore, eletta a monumento nazionale, che conserva tuttora l’originario abside con finestre monofore risalente al sec. XI. Al suo interno è conservato un affresco cinquecentesco raffigurante Sant’Agata, oltre ad alcune tele seicentesche e ai busti in legno degli apostoli Pietro e Andrea, patroni dei pescatori.
  • a 7 km: Leggiuno - imbarco per Isola Madre 
    L’Isola Madre si trova nel Golfo Borromeo innanzi a Stresa a poche centinaia di metri dalla riva e raggiungibile con un paio di minuti di navigazione con battello oppure con le tante piccole imbarcazioni che effettuano questo servizio presenti nel porticciolo all’imbarcadero. Solitaria e rigogliosa è quasi interamente occupata dal bellissimo Giardino Botanico con piante provenienti dalle terre più remote, nel quale vivono in libertà fagiani di ogni specie, pavoni bianchi e pappagalli. Ospita inoltre nell’interno il settecentesco Palazzo Borromeo di rara bellezza. E’ l’isola più grande del Golfo Borromeo, antica e tranquilla residenza della famiglia Borromeo oltre a essere molto verde e ombreggiante è dotata di viali che la percorrono lungo le sue rive. All’interno del Palazzo del XVI secolo oltre a libri antichi e porcellane vi è anche una rara collezione di marionette antiche.
  • a 7 km: Leggiuno - Santa Caterina del sasso 
    Nel vicino Comune di Leggiuno, a 7 km dal B&B dei Laghi, si può visitare l’Eremo di Santa Caterina del Sasso, raggiungibile dal lago oppure scendendo per una lunga scala in sasso o con l’asciensore, che parte dal soprastante parcheggio. Dal porto di Santa Catesina del Sasso, è possibile imbarcarsi per un incantevole viaggio sul lago Maggiore e visitare: le tre Isole Borromee, villa Taranto, villa Pallavicino e raggiungere anche Locarno e Ascona nella vicina Svizzera. Costruito a strapiombo sul lago Maggiore, l’Eremo è composto da tre nuclei distinti, distribuiti lungo un costone roccioso. Dal portone d’ingresso si accede al convento meridionale e si percorre un portico ad archi , con stupenda vista sul lago. Attraversato un cortiletto con un torchio ligneo del 1759 si giunge al conventino e quindi alla chiesa, la cui origine è romanica. L’edificio attuale ha una struttura davvero singolare, frutto della fusione di tre cappelle originariamente distinte. Di grande ricchezza e qualità sono i cicli pittorici, soprattutto quelli trecenteschi, nella chiesa, così come nella Sala Capitolare. Secondo la leggenda l’eremo fu fondato da Alberto Besozzi di Arolo, un usuraio scampato a un naufragio per intercessione di Santa Caterina d’Alessandria nel 1170 e ritiratosi a vita eremitica sul Sasso Ballaro. Tre cappelle sorte in tempi successivi divennero presto meta di pellegrinaggio e il luogo stesso fu considerato miracoloso: celebre è il prodigio di inizio ‘700, quando cinque enormi massi precipitarono sulla chiesa, ma restarono impigliati nella volta di una cappella, rimanendovi sospesi per quasi due secoli, fino al 1910.
  • a 1 km: Brebbia - Chiesa di San Pietro, 
    Nel centro di Brebbia, a poca distanza dal B&B, si trova la Chiesa di San Pietro, monumento nazionale. E’ una delle chiese romaniche più belle della zona di Varese. Fu edificata nel quinto secolo sopra il tempio antico dedicato a Minerva. La chiesa conserva molti dei caratteri architettonici originari, esempio del romanico locale. Conviene entrarvi attraverso il caratteristico portale sul lato meridionale. Da qui si accede direttamente al presbiterio e all’abside dove si trovano gli affreschi di maggiore interesse: una Crocifissione a sinistra, datata 1358, e un Cristo in gloria, circondato da angeli musicisti. A sinistra dell’ingresso undici riquadri affrescati, databili tra il XIV e il XVI secolo, raffigurano scene della Passione. Tra la chiesa e il campanile scavi archeologici hanno messo in luce le fondamenta di una chiesa paleocristiana più antica, i cui resti sono visibili scendendo la scala che si trova sul lato destro dell’edificio.
  • a 1 km: Brebbia - Swim Planet 
    All’esterno: un divertentissimo parco acquatico dotato di numerosi scivoli, piscine con onde artificiali, area fitness e un grande fungo a pioggia dal quale scendono piacevoli getti d’acqua. All’interno: una grande piscina, una palestra superattrezzata, sauna ed altro.
  • a 0 km: Brebbia - Bosco Grosso 
    All’interno del Bosco Grosso è situato il Museo della Pipa di Brebbia. Il Museo è nato nel 1979 per volere del Ragionier Enea Buzzi, fondatore della Pipe Brebbia Srl e noto collezionista di pipe. Al Museo si accede dalla Via Piave (n° 21).
  • a 2 km: Brebbia - Bozza lago 
    Sulle sponde del lago Maggiore, al confine con il comune di Besozzo, c’è la foce del fiume Bardello, in questo punto c’è una bellissima darsena, dove ha sede il Cantiere nautico Lavazza. L’area del vecchio pioppeto è aperta al pubblico in un contesto di: lago, fume e bosco, veramente incantevole.
  • a 10 km: Laveno - Funivia del lago Maggiore 
    Da Laveno Mombello, uno fra i più suggestivi e pittoreschi centri turistici della sponda lombarda del Lago Maggiore, si sale dolcemente con un impianto di comode telecabine biposto, fino quasi alla sommità del monte Sasso del Ferro ( alt. mt. 1.100 circa) da dove si può ammirare, nel silenzio solenne della natura, un grandioso e incantevole panorama sul Lago Maggiore, le Alpi, le Prealpi, i laghi lombardi e la pianura Padana. Il Monte Sasso del Ferro, per la fresca brezza estiva e per la sua mite temperatura invernale è meta ideale per piacevoli gite e per sereni week-end nella tranquillità dei verdi boschi. Il percorso in funivia dura 16 minuti. Alla stazione di arrivo sono disponibili: Bar, Ristorante, Albergo, Negozio di prodotti tipici ed articoli di souvenir. All’arrivo della funivia c’è il punto di lancio di deltaplani e parapendii.
  • a 10 km: Laveno - Gita sul lago Maggiore 
    Dal porto di Laveno, a 10 km o dal porto di Santa Caterina Del Sasso, a 7 km dal B&B dei Laghi, è possibile imbarcarsi per un incantevole viaggio sul lago Maggiore e visitare: le tre Isole Borromee, villa Taranto, villa Pallavicino e raggiungere anche Locarno e Ascona nella vicina Svizzera. Locarno Svizzera - Lo charme dei paesi del sud, la famosa Piazza Grande, 2.300 ore di sole all’anno e una chiesa la cui fondazione rimanda ad un’apparizione mariana – tutto questo è Locarno, la più calda città della Svizzera adagiata sulla riva settentrionale del Lago Maggiore. Ascona Svizzera - Ascona è la località più bassa della Svizzera. Si trova infatti a 196 m s.l.m., sulla riva settentrionale del Lago Maggiore. Ascona è famosa per il suo centro storico, per il lungolago dal sapore mediterraneo – grazie ai suoi caffè all’aperto – e per il clima mite. Villa Pallavicino - Villa Pallavicino fu costruita nella seconda metà dell’Ottocento secondo i canoni artistici e paesaggistici del tempo; nell’intento di preservare la spontaneità dell’ambiente naturale, la villa fu circondata da un grande giardino all’inglese, esteso per oltre 15 ettari, dove tutt’oggi si alternano prati, arbusti e zone ricche di grandi alberi. Gli odierni proprietari, i marchesi Pallavicino, acquistarono la proprietà nel 1862 arricchendola di serre e viali che oggi si estendono per sette chilometri. I fiori con i loro sgargianti colori sono l’elemento più appariscente del paesaggio, ma la vera meraviglia sono gli alberi: i secolari castani e lyriodendri (forse tra i più antichi in Italia), i faggi rossi, gli aceri, i larici, i maestosi ginko biloba, le altissime sequoie, i platani e le profumatissime magnolie. Vera e propria attrazione è il grandioso cedro del Libano posto nell’anfiteatro naturale di fronte alla villa. Agli amanti dei fiori è dedicata la zona più pianeggiante e soleggiata del parco, il viale delle serre: una vera festa di colori e profumi. La grande serra ospita piante esotiche e ornamentali, mentre le aiuole sono un’esplosione di rose, azalee, rododendri, narcisi, magnolie e glicini. Tra i fiori emergono gli specchi d’acqua delle fontane e dei laghetti nelle cui acque nuota regale il cigno nero. Nei dintorni si possono ammirare fenicotteri, cicogne e anatroccoli in semilibertà. Il parco di Villa Pallavicino non è un vero e proprio zoo poichè la presenza degli animali è quasi naturale: essi si aggirano tra i boschi e corrono nei prati: i visitatori possono avvicinare i lama, le caprette tibetane e i daini. Nei pressi della romantica cascina Filippina regali pavoni, liberi nei prati, si lasciano ammirare con le loro magnifiche code. Non mancano animali insoliti per queste latitudini quali il canguro, la lontra, la zebra, l’alpaka e, tra i volatili, il calao e i pappagalli. Dedicata ai bambini vi è un’area adibita a parco giochi con scivoli e altalene. Villa Taranto - I giardini di Villa Taranto, situati a Verbania, tra Intra e Pallanza, sono conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e per la ricchezza di specie floreali che ospitano. Risultato della laboriosa elaborazione intrapresa dal Capitano Mc Eacharn nel 1931, questi giardini dalle mille sfumature cromatiche e dai mille inebrianti profumi regalano da marzo a novembre meravigliose scenografie floreali ai visitatori. Rappresenta uno dei giardini botanici più importanti del mondo con migliaia di specie di piante e fiori provenienti da ogni luogo ed armoniosamente distribuite sopra un’area di circa 16 ettari, attraversata da 7 km di viali. Impossibile, anche solo sommariamente, rendere l’idea della ricchezza di colori, profumi ed emozioni: eucalipti, azalee, rododendri, magnolie, michelie, aceri, camelie, dalie, tulipani, fiori di loto, eriche, astri nani, ortensie, numerose piante tropicali (tra cui la Victoria cruziana), esemplari rari come la Dicksonia antartica e la Davidia involucrata). La creazione di questo magnifico posto fu opera del capitano scozzese Neil Mac Eacharn, che acquistò la villa nel 1931 con la precisa ambizione di creare un giardino da sogno sulle sponde dell’amato Lago Maggiore.
  • a 5 km: Lago di Varese 
    Inserito in una splendida posizione geografica, ai piedi del massiccio del Campo dei Fiori è lungo 8,8 Km e largo 4,5 Km. Percorrendo il tratto iniziale dell’autostrada Varese-Milano si gode uno dei più bei panorami, un’ampia e verdeggiante conca che ospita il lago, disseminata di ville ed insediamenti ben armonizzati nel paesaggio. Il massiccio del Campo dei Fiori digrada, con lieve pendio, verso lo specchio lacustre, mentre in lontananza la catena delle Alpi con il Monte Rosa che si staglia nitido, fa da sfondo. Sulla riva occidentale del lago si trova la piccola Isola Virginia, che rappresenta un importante insediamento palafitticolo tra i più importanti d’Europa. Vasti canneti, tappeti di ninfee e una moltitudine di uccelli si possono ammirare a bordo della “Stramba”, barca spinta da un silenzioso e non inquinante motore elettrico, accompagnati da una guida naturalistica. Un punto di vista unico per un lago protetto dall’Unione Europea. L’isolino Virginia è collocato al centro del lago, nel comune di Biandronno; un canale stretto, conosciuto come Ticinello, lo separa dalla terraferma, in un contesto paesaggistico di forte richiamo e suggestiva bellezza.
  • a 9 km: Angera - La Rocca 
    La Rocca sorge su uno sperone roccioso in vista di Arona, del Lago Maggiore e del territorio varesino. Costruito dagli arcivescovi di Milano nel sec. XII su strutture risalenti a due secoli prima, fu conteso tra le famiglie dei Torriani e dei Visconti. Ottone Visconti istrutturò e ampliò la Rocca; celebre è la “Sala di Giustizia”, affrescata con le gesta di Ottone. La Rocca passò poi alla Repubblica Ambrosiana e poi nel 1449 a Vitaliano Borromeo, la cui famiglia ne è ancora proprietaria. Si accede all’interno del castello per un portone sormontato dallo stemma dei Borromeo, che introduce al “cortile nobile”. Sulla destra la “tinaia”, grande torchio per l’uva del 1745. Di gran pregio nelle sale del palazzo scaligero il Museo della bambola che raccoglie, bambole, giocattoli di legno e latta, libri e giornali per ragazzi, materiale iconografico dal sec. XVIII ai giorni nostri.
  • a 16 km: Varese - Sacro Monte di Varese 
    L’esterno del Santuario è rinascimentale, mentre l’interno è barocco. Si venera un’antica statua lignea della Vergine. Le pitture delle navate sono opera di artisti quali: il Fiammenghino, il Ghianda, i fratelli Lampugnani. Nel 1900 lo scultore Lodovico Pogliaghi intervenne sul fonte battesimale e sul paliotto dell’altare maggiore. Degni di nota sono anche il Coro e l’organo. A lato del Santuario è ubicata la Chiesa dell’Annunciata, ristrutturata nel 1990, a volta e con pannelli della vetrata realizzati dal pittore Longaretti. Fra le opere del sec. XX ricordiamo: la “Fuga in Egitto” di Renato Guttuso all’esterno della Terza Cappella (1983); la statua di Paolo VI dello scultore Floriano Bodini (1986) sul piazzale del Santuario; la statua in terracotta dell’artista Angelo Maineri (1997) ubicata nei pressi dell’Albergo Sacro Monte. Nel 1604 nasce la “Via Sacra delle Cappelle del Rosario”, quando G. Battista Aguggiari (frate cappuccino) convince la madre badessa suor Tecla Maria Cid a costruire un acciottolato che segua l’andamento ripido del monte disseminando lungo la via quattordici Cappelle raffiguranti i Misteri del Rosario.
  • a 15 km: Varese - I Giardini Estensi di Varese 
    I Giardini di Palazzo Estense a Varese sono tra i più belli del Nord Italia e costituiscono ancora oggi una delle principali attrazioni turistiche della città. Questo vero e proprio parco, che si raccoglie intorno al palazzo, presenta un’impostazione su un rigido impianto prospettico, in cui si trovano dei berceaux verdeggianti che decorano e scandiscono lo spazio. I Giardini ospitano una grande vasca che si apre nel parterre di fronte al palazzo e diverse grandi aiuole, i cui i piccoli arbusti e i fiori decorativi sono curati nel minimo dettaglio. La presenza di diversi rilievi, viali, sentieri e prati conferisce movimento al giardino in stile francese.
  • a 16 km: Varese - Campo dei Fiori 
    Dalla vetta Paradiso del massiccio del Campo dei Fiori, a quota 1226 m.slm si svela la bellezza di un complesso panoramico che domina i colli e i monti circostanti e spazia a 360° sulle giogaie alpine, sui rilievi montani che danno origine al Verbano, al Ceresio, al Lario. Dapprima è la distesa del bel Lago di Varese, cinto da lussureggiante vegetazione. Attorno alle colline intermoreniche, oltre il Lago di Varese, la palude Brabbia, il laghetto di Biandronno, i laghi di Comabbio e di Monate. Lo stupendo diadema della catena alpina incornicia la vetta del Campo dei Fiori. Immenso, si staglia sullo sfondo azzurro cangiante del cielo, il Massiccio del Rosa, che ora traspare nel sereno ben distinto tra guglie e ghiacci, ora velato da foschie estive ed ora incappucciato da grandi cumuli congesti e tempestosi. Di qua dal versante piemontese, sul finire del bacino del Verbano, sotto il ponte di ferro di Sesto Calende, scorre il Ticino. Lo sguardo del visitatore corre su Varese, sulla regione policentrica nord-milanese. Quando la visibilità è eccellente è possibile scorgere i grattaceli della metropoli e gli Appennini. A chi sa attendere lo spuntare del giorno è persino possibile scorgere la Madonnina del Duomo di Milano. Talvolta, in particolari condizioni atmosferiche, la pianura e le valli a nord del massiccio sono sommerse da un mare di nubi mentre sulla vetta splende il Sole
  • a 11 km: Masnago - Castello Castiglioni Mantegazza 
    Il Castello di Masnago si trova sulla collina sudovest del lago di Varese. E’ un complesso architettonico costruito nel corso dei secoli. La torre è una fortezza tipica del territorio varesino costruita tra l’XI e il XIII secolo. La posizione consentiva il controllo del percorso sottostante, ed era in vista diretta del torrione di Velate e della torre del Sacro Monte. Nel 1400 venne addossato al lato orientale della torre il Castello Quattrocentesco, con pianta ad L costituendo così i lati settentrionale ed orientale dell’attuale cortile. Il carattere di villa si ritrova anche nei cicli d’affresco della prima metà del XV secolo che decorano con scene di vita cortese le sale più rappresentative. Il corpo quattrocentesco venne completato tre secoli più tardi con la villa Settecentesca, che, formò così il caratteristico cortile ” a pozzo “. Nel 1981 a cura del comune di Varese il Castello di Masnago è diventato Galleria d’Arte Contemporanea e sede di importanti mostre temporanee.
  • a 8 km: Casalzuigno - Villa Della Porta Bozzolo 
    L’area verde di questa magnifica villa si sviluppa lungo uno scenografico parterre che conduce ad una serie di balconi che risalgono la vicina collina. Sopra queste sezioni terrazzate, un ampio scalone di pietra chiara di Viggiù percorre tutta l’altura e sembra quasi mescolarsi ad un verde declivio percorso da un vialone (un tempo affiancato da soli cipressi) che, dopo alcune centinaia di metri, conduce ad un meraviglioso belvedere a quota 500 metri circa d’altitudine dove, nel corso del XV secolo, venne edificata la piccola chiesa di San Bernardino. Bella la vista panoramica su questa sezione della Valcuvia e le colline circostanti. Ma il parco di Villa Bozzolo segue un ulteriore sviluppo scenografico, quello che dal secondo vialone passa per il centro del parterre e conduce al termine del viale delle querce, con un’interessante edicola, decorata da un pregevole affresco raffigurante Apollo e le Muse, numi tutelari delle arti, ed il cosiddetto “giardino segreto”, spazio verde molto più raccolto rispetto al parco vero e proprio. Il momento migliore per visitare questo straordinario giardino è senza dubbio durante una mite giornata primaverile, quando si presenta al turista come una vera e propria esplosione di colori. Da fine febbraio, infatti, si popola di ben due milioni di esemplari di crocus in fiore, che affrescano il giardino della villa di varie tinte: dal giallo al viola, al blu, bianco, fino allo screziato. Un vero e proprio festival di tinte pastello, quindi, in quella che è la più grande aiuola di crocus del mondo.
  • a 4 km: Lago di Monate 
    È uno specchio d’acqua lungo 3 Km e largo 1 km, a est del lago Maggiore, circondato da prati e boschi, luoghi ideali per trascorrere i fine settimana e meta per rinfrescanti bagni estivi, in quanto le sue acque sono considerate tra le più limpide dei laghi italiani, anche se molti tratti delle coste sono stati privatizzati con la costruzione di villette che testimoniano l’attrazione residenziale della zona, rinomata per la villeggiatura già nel secolo scorso. Non mancano le spiagge pubbliche e la relativa balnebilità delle acque viene monitorata periodicamente. I punti più alti del bacino sono costituiti dalle colline presenti nei comuni di Comabbio e di Osmate, che costituiscono lo spartiacque con il lago di Comabbio. Viste le ridotte dimensioni del bacino imbrifero, si intuisce che il Lago di Monate non possiede immissari di particolare rilievo; infatti le acque meteoriche raggiungono il bacino lacustre attraverso piccole rogge non più lunghe di qualche centinaio di metri. Il Lago di Monate presenta una buona qualità delle acque che risultano in genere balneabili. I Comuni che si affacciano sul Lago di Monate sono: Cadrezzate, Travedona-Monate, Comabbio e Osmate.
  • a 6 km: Lago di Comabbio 
    Il lago di Comabbio è un’altra oasi naturalistica di notevole interesse. Possiede tra le piante che ornano le sue rive delle vere e proprie rarità, soprattutto nella fascia di vegetazione galleggiante. Tipica è la pianta i cui frutti sono noti come “castagne d’acqua”, ancora oggi mangiate dalla gente del lago. La bassa profondità nonché lo scarso ricambio delle acque del lago di Comabbio favoriscono durante il periodo invernale la formazione di uno strato di ghiaccio di discreta dimensione e sin dai tempi più antichi le comunità rivierasche godevano del diritto di uso civico della cavatura del ghiaccio, che veniva raccolto in ghiacciaie per la conservazione del pesce e di altre derrate alimentari. La sponda meridionale del Lago di Comabbio, nota come baia di Corgeno, è una area verde in cui nidificano molte specie di uccelli acquatici e di anatre. Questo specchio si d’acqua si caratterizza anche per l’alta pescosità, con un patrimonio ittico vasto, costituito soprattutto da lucci, lucci perca, scardole, carpe e tinche. La frazione di Corgeno offre al visitatore la possibilità di percorrere un itinerario naturalistico noto come ‘Percorso Acqua’, che costeggia le rive del lago, inoltrandosi nei canneti circostanti, attraversando una spiaggia attrezzata ed un centro di canottaggio tra i più importanti della zona.

26.75€ persona al giorno (circa)


Contattare senza compromesso


Marisa & Salvatore - Gestori di B&B Dei Laghi

  • Su Toprural dal 2015-04-04

* Campi obbligatori

Contattare il proprietario