Loggia sul Nera

Arrone, (Arrone), Terni (Umbria, Italia)

Nessuna valutazione
Affitto completo
Persone 2 - 11
I tre appartamenti de La loggia sul Nera di Arrone, nel cuore dell'Umbria, sono ospitati in una casa signorile in pietra dell'800 sapientemente ristrutturata con travi di legno a vista e arredati elegantemente con mobili d'epoca. Due dei tre appartamenti (il gambero rosso e la trota azzurra) sono dotati di camino.

La Loggia sul Nera si trova all'interno del borgo medievale di Arrone, uno dei borghi più belli d'Italia.

Arrone si trova in una posizione strategica per visitare tutte le bellezze dell'Umbria: a 6 chilometri dalla Cascata delle Marmore, a 26 da Spoleto, lungo la strada che conduce a Norcia e a Cascia.
Per saperne di più
A un'ora di distanza da Perugia, Assisi e Todi.

Tutti gli appartamenti de La loggia sul Nera sono divisi in un salone con divano letto, un cucinino, una o due camere da letto e ampi servizi. La casa è attaccata alle mure castellane del borgo medievale di Arrone, uno dei borghi più belli d'Italia.

Il terrazzo è il punto più caratteristico della casa: ampio e con un panorama che da solo merita il soggiorno. 

La Loggia sul Nera vi garantisce vacanze di assoluto relax in un ambiente dalla natura incontaminata e a pochi chilometri dai più noti centri turistici dell'Umbria. 

Il palazzo si trova al centro del paese e da essa si raggiungono rapidamente, anche a piedi, un centro sportivo con piscina, campi da bocce e da calcetto. 

A  pochi passi dagli appartamenti del La loggia sul Nera si trova il campo base per le escursioni in mountain bike: vi aspettano trecento chilometri di sentieri all'interno del parco fluviale del Nera. 

Ad Arrone, ma soprattutto a Ferentillo (un delizioso borgo poco lontano famoso anche per il museo delle mummie e l'abbazia longobarda di San Pietro in Valle), si può provare l'emozione dell'arrampicata su roccia anche in notturna. 

Nel parco fluviale del Nera, con postazione anche ad Arrone, si pratica la discesa delle rapide del fiume in gommone o canoa con percorsi differenziati per tutti: per gli esperti che provano il brivido delle rapide ma anche per bambini e non esperti di nuoto.

Un altro "brivido" da provare è quello dei percorsi enogastronomici: Arrone e la Valnerina sono ricchissimi di ristoranti e osterie che offrono la cucina tipica, arrosti, salumi, formaggi, tartufo, olio dop, a prezzi accessibili per tutte le tasche.

Vacanza rilassante o sportiva o, perché no, tutte e due.
(nascondere)

Parla Francese, Inglese, Italiano

Vedi telefono
  • (0039) 347 49 70 188

Informazioni sul proprietario e sull'alloggio Per saperne di più

Il meglio

Arrone, Comune della Provincia di Terni (Umbria), si trova nella bassa Valnerina a circa 13 chilometri dal capoluogo provinciale. L'ambiente caratterizzato da corsi d'acqua (il fiume Nera e la vicina Cascata delle Marmore), da boschi, vallate, piccoli borghi medioevali, è particolarmente adatto alle escursioni, alle passeggiate, alle visite turistiche effettuate a contatto con la natura. E anche i sapori si legano all'ambiente: i prodotti tipici sono olio, tartufo, carni, gamberi di fiume.

Inserito nel Parco del fiume Nera, il territorio si presta a numerose attività sportive come il trekking, le escursioni in bicicletta, l'arrampicata su roccia, la discesa del fiume in canoa.

Spesso la parola “ambiente” viene usata fuori luogo; non è il caso di Arrone. In questo borgo medioevale, infatti, tale parola non può pronunciarsi a sproposito. Perché qui, oltre alla storia, è davvero l’ambiente uno dei protagonisti. Ambiente nel senso di natura,  flora e fauna caratteristiche, clima favorevole, acqua e buona cucina. Acqua, poiché la roccia sedimentaria ad alta permeabilità ha generato un territorio ricco di sorgenti, di fiumi (il Nera e il Velino che danno origine alla Cascata delle Marmore), di bacini come il lago di Piediluco, di fossi e torrenti dove vivono specie rare. Buona cucina poiché l’ambiente è legato ai prodotti tipici, dal tartufo, all’olio, alla carne di suino, alle specie ittiche. E’ l’identikit del Parco fluviale del Nera, dove Arrone insiste nel versante meridionale, al confine col Comune di Terni. Una zona temperata con clima mediterraneo collinare, aridità estiva moderata e freddo invernale non troppo pungente.

Ovvio che su un territorio simile si siano sviluppati gli sport “verdi”. Si va dal rafting, all’arrampicata, al canyoning, alla mountain bike, al trekking ed altro ancora, con scuole specializzate dirette da maestri federali. Sport a contatto con la natura, tra una pedalata, una discesa e magari l’avvistamento del “biancone”, piccola aquila definita “l’aquila dei serpenti” per le sue predilezioni alimentari. Oppure del “passero solitario”, un tempo quasi scomparso, oggi tornato a nidificare nei casolari abbandonati della Valnerina. E poi la flora: gli ulivi coltura-simbolo della zona, i lecci, i pini, i salici e i pioppi. E’ in un ambiente come questo che nei secoli si sono sviluppate parecchie attività umane. Si possono cogliere ancora oggi nascoste nelle gole o sui monti. Ritrovamenti archeologici legati a culti romanici, mulini anch’essi d’epoca romanica, eremi e monasteri medioevali, oppure edifici più recenti ormai diventati oggetto d’archeologia industriale (la miniera di lignite nella frazione di Buonacquisto, dismessa nel 1958). Insomma, è davvero l’ambiente a caratterizzare il territorio.

(nascondere)

Caratteristiche

  • Esterno: Giardino,  Barbecue,  Terrazza,  Piscina,  Mobili da giardino,  Parcheggio. 
  • Interno: Lavatrice,  Riscaldamento,  Sala da pranzo,  Camera con televisione,  Camere con bagno,  Cucina,  Caminetto,  Televisione,  Biblioteca,  Soggiorno. 
  • Servizi: Accesso Internet,  Animali ammessi,  Noleggio biciclette,  Culla disponibile,  Documentazione sulla zona,  Wi-Fi gratis. 
  • Situazione: Nel centro urbano,  Accesso asfaltato,  Zona collinare. 
  • Per disabili: Camera adattata per disabili. 
La struttura dispone di 4 appartamenti di differenti caratteristiche, disponibilitá e prezzi:

- Il Gambero Rosso e La Trota Azzurra
- Salone con divano letto, cucina con camino, camera da letto, grande bagno con doccia, terrazzo panoramico dove poter mangiare posti letto 2+2
- I Tre Porcelli
- 2 camere da letto una con bagno all´interno e vasca, un salone con divano letto, un secondo bagno con doccia, un cucinino, posti letto 4+2
- Il Grappolo d'Oro
- 1 camera da letto tripla con bagno all'interno con doccia, un salone cucina con divano letto, un giardino all'aperto dove poter mangiare, posti letto 3 + 2

(nascondere) Per saperne di più

Attività

  • Terra: Raccolta funghi,  Bicicletta - MTB,  Scalata,  Speologia,  Bungee jumping,  Passeggiate a cavallo,  Itinerari gastronomici,  Escursioni - trekking. 
  • Acqua: Torrentismo,  Hydrospeed,  Canottaggio o Kayak,  Rafting,  Pesca. 
  • Aria: Deltaplano,  Paracadutismo,  Parapendio. 
  • Laboratori: Corsi e stage,  Osservazione fauna e flora. 

Questo alloggio non ha ricevuto opinioni negli ultimi 24 mesi
Conosci questo alloggio?


Valutazione per categorie

Pulizia
-
Accoglienza del proprietario
-
Ambiente
-
Dotazioni
-
Relazione qualità/prezzo
-
Qualità del sonno
-







Non sono state trovate recensioni per questo evento.

Visualizza le opinioni in: inglese (1).


  V S D L M Me G V S D L M Me G V S D L M Me G
2: Il gambero ... 28 29 30 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
3: Il grappolo... 28 29 30 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
2: La trota az... 28 29 30 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
4: Tre porcell... 28 29 30 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

Calendario aggiornato il 26/nov/2014  Disponibile  Fine settimana  Occupato


posti 4

Tre porcelli 6 persone

2 camere matrimoniali, 1 divano letto, 2 bagni

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Fine settimana Settimana 15 giorni Trattamento
Stagione bassa 01/gen/13 14/lug/13 1 80,00 € 90,00 € 180,00 € 550,00 € 900,00 € Solo pernottamento
Stagione alta 15/lug/13 01/set/13 7 90,00 € 100,00 € 200,00 € 600,00 € 1000,00 € Solo pernottamento
Resto dell'anno - 80,00 € 90,00 € 180,00 € 550,00 € 900,00 € Solo pernottamento

posti 2

La trota azzurra 4 persone

1 camera matrimoniale, 1 divano letto, 1 bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Fine settimana Settimana 15 giorni Trattamento
Stagione bassa 01/gen/13 14/lug/13 1 70,00 € 80,00 € 120,00 € 350,00 € 700,00 € Solo pernottamento
Stagione alta 15/lug/13 01/set/13 7 80,00 € 90,00 € 170,00 € 450,00 € 800,00 € Solo pernottamento
Resto dell'anno - 70,00 € 80,00 € 120,00 € 350,00 € 700,00 € Solo pernottamento

posti 2

Il gambero rosso 4 persone

1 camera matrimoniale, 1 divano letto, 1 bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Fine settimana Settimana 15 giorni Trattamento
Stagione bassa 01/gen/13 14/lug/13 1 70,00 € 80,00 € 120,00 € 350,00 € 700,00 € Solo pernottamento
Stagione alta 15/lug/13 01/set/13 - 80,00 € 90,00 € 170,00 € 450,00 € 800,00 € Solo pernottamento
Resto dell'anno - 70,00 € 80,00 € 120,00 € 350,00 € 700,00 € Solo pernottamento

posti 3

Il grappolo d'oro 5 persone

1 camera tripla, 1 divano letto, 1 bagno

Stagione Data iniziale Data finale Minimo notti Notte Notte (fine settimana) Fine settimana Settimana 15 giorni Trattamento
Stagione bassa 01/gen/13 14/lug/13 1 80,00 € 100,00 € 180,00 € 450,00 € 800,00 € Solo pernottamento
Stagione alta 15/lug/13 01/set/13 7 100,00 € 100,00 € 190,00 € 450,00 € 900,00 € Solo pernottamento
Resto dell'anno - 80,00 € 100,00 € 180,00 € 450,00 € 800,00 € Solo pernottamento
I prezzi includono l'IVA

Maggiori informazioni

Per quanto concerne il periodo pasquale, ponti del 25 aprile e 1 maggio, ponte del 2 giugno, ponte dei Santi, ponte dell'8 dicembre, festività natalizie e Capodanno i prezzi sono riferiti al tariffario dell´alta stagione. Nel caso di utilizzo del divano letto matrimoniale i prezzi restano invariati. I prezzi sono comprensivi del pagamento delle utenze, delle pulizie finali e della fornitura di biancheria e asciugamani. Durante i mesi invernali i prezzi sono comprensivi anche della fornitura della legna per il caminetto.

Arrone Via Mezza Costa, 14 - 05031 ArroneArrone (TerniUmbria)

Mappa Mappa | Calcolo dell'itinerario Calcolo dell'itinerario

Indicazioni del proprietario

IN AUTO : Per chi viene dall’A1 (Autostrada del Sole) si esce al casello di Orte, quindi si percorre la superstrada verso Terni e si esce a Terni est. Da qui si seguono le indicazioni stradali per la Cascata delle Marmore Belvedere Inferiore sulla SS della Valnerina direzione Cascia-Norcia: proseguire per circa 8 km per raggiungere Arrone. 

Per chi viene da Rimini-Cesena si percorre la superstrada per Perugia fino a Terni. Uscita Terni est per poi raggiungere Arrone come sopra. Per chi viene dall’Abruzzo si percorre l’A24 e si esce a Valle del Salto, quindi con la superstrada si raggiunge Rieti e da qui alla località Marmore. Quindi si scende verso Terni. Per raggiungere Arrone è sufficiente proseguire per altri 8 km direzione Cascia-Norcia.

IN TRENO : La linea più diretta è quella Ancona-Roma con l’arrivo alla stazione locale oppure la linea Roma-Firenze sino alle stazioni di Orte o Attigliano con cambio treno per la stazione locale.

IN AEREO : Gli aeroporti più vicini sono: l’Aeroporto Roma Fiumicino a 130 km e l’Aeroporto Perugia Sant'Egidio a 100 km.

Luoghi di interesse

  • a 7 km: Piediluco 
    Piediluco, specchio d'acqua d'origine alluvionale, immerso nel verde delle dolci colline umbre e, sullo sfondo, le cime innevate del monte Terminillo. Il paesaggio che contorna questo piccolo lago è davvero incantevole. Le acque azzurre riflettono la corona dei profili montuosi, dando a Piediluco il carattere tipico di un lago alpino. Il paese, raccolto in un'ansa del lago e addossato alla collina, presenta i tipici caratteri dell'edilizia mediterranea, proponendosi come in un grande presepio. Una rocca medioevale, solitaria e solenne, sovrasta il centro abitato, dominando con la sua mole tutto il paesaggio circostante. Le case di Piediluco sorgono nei pressi dell'antico bosco sacro da cui prende il nome: Lucus, infatti, in latino significa bosco sacro. Sulla sponda opposta al paese sorge il monte Caperno. Una collina dalla forma perfettamente conica, altrimenti detta Montagna dell'Eco, in grado di riprodurre una eco di due endecasillabi. Le particolari condizioni ambientali ed un lungo tratto rettilineo presente nello specchio d'acqua, hanno indotto la F.I.C. a scegliere Piediluco come sede ufficiale del centro nazionale di canottaggio; e quale campo di gara per regate nazionali ed internazionali. Tra queste ultime vi è il Memorial Paolo d'Aloja, che viene disputato ormai da molti anni. Il lago, inoltre, consente la pratica di altri sport: canoa, vela, windsurf, pesca sportiva. L'ambiente acquatico è ricco di fauna ittica: persico reale, coregone, albarella, tinca, anguilla, etc. Nei caratteristici ristoranti del luogo, oltre alla tradizionale gastronomia ternana, è possibile gustare squisite pietanze a base di pesce di lago e di fiume: i tradizionali "carbonaretti" - pesce persico cotto sui carboni, tagliatelle al sugo di trota ed anguilla allo spiedo. È possibile effettuare piacevoli gite sul lago con le tradizionali barche a remi dei pescatori, oppure con moderni battelli ecologici che dal lago risalgono il fiume Velino fino a raggiungere la valle reatina.
  • a 3 km: Mummie di Ferentillo 
    È la storia di un paese, Ferentillo, raccontato attraverso i suoi morti, visibili e ben conservati nelle teche della cripta sconsacrata di una chiesa: c'è il campanaro caduto dal campanile perché si era sporto per salutare il passaggio della fidanzata, c'è il soldato napoleonico impiccato, due giovani sposi cinesi morti di colera dopo un viaggio a Roma, l'avvocato del paese ucciso con una coltellata, e un brigante sempre accoltellato durante un regolament di conti, una ragazza morta di parto con il bambino appena nato, una vecchietta con indosso i vestiti che portava durante la sepoltura. Siamo a Ferentillo, in provincia di Terni, a dieci chilometri dalla Cascata delle Marmore. Il museo delle mummie di Ferentillo si può raggiungere percorrendo la SS 209 Valnerina che da Terni prosegue in direzione Norcia-Macerata. Il Museo si trova sotto la chiesa di Santo Stefano nel paese inferiore, alla destra del fiume: un borgo incantevole chiamato Precetto dove l'atmosfera del Medio Evo è ancora tangibile e respirabile. La chiesa "delle mummie" si riconosce dall'orologio posto sulla torre del campanile. La chiesa di Santo Stefano risale al 1200, venne adibita a cimitero nel 1500 quando la chiesa nuova fu costruita sopra quella vecchia. Orario delle visite (tutti i giorni compresi i festivi). Novembre-Febbraio 10 - 12,30 / 14,30 - 17 Marzo e Ottobre 9 - 12,30 / 14,30 - 18,00. Aprile-Settembre 9 - 12,30 / 14,30 - 19,30. Biglietto d'ingresso: singolo € 2,60 - Gruppo (almeno 15 persone) € 2,10. Il cimitero è scavato direttamente nella roccia del monte. Fino al 1871 qui vennero sepolti gli abitanti del paese. Per uno stranissimo fenomeno fisico-chimico prodotto da microrganismi presenti nel terreno all'interno del cimitero i cadaveri non imputridiscono ma si mummificano naturalmente, senza bisogno di intervento umano. Vi sono delle piccole finestre, questo permette di tener sempre ben aerato il cimitero, fattore che incide poi nella mummificazione naturale.
  • a 6 km: Abbazia di San Pietro in Valle 
    Inserita nello splendido paesaggio della Valnerina, l'abbazia di San Pietro in Valle di Ferentillo è considerata monumento nazionale perché racchiude l'arte di diverse epoche (romana, longobarda, romanica). È tra le più antiche dell'Umbria. Fu edificata nell'VIII secolo da Faroaldo II duca di Spoleto, nei luoghi dove si tramanda abbiano vissuto gli eremiti Lazzaro e Giovanni. Secondo una leggenda il duca di Spoleto vide in sogno lo stesso San Pietro che lo invitò ad edificare nel luogo dell'attuale abbazia un monastero benedettino. Pochi anni dopo il duca rinunciò al titolo e si fece monaco nell'abbazia. Da allora il cenobio fu strettamente legato alla città di Spoleto accogliendo le spoglie di molti dei duchi della città. Nell'881 il monastero subì con Farfa il saccheggio dei Saraceni e risorse solo nel 996 per volere di Ottone III. Nel 1234 Gregorio IX assegna l'abbazia ai Cistercensi in linea con quanto avviene del Lazio sotto Innocenzo II. Nel 1484 papa Innocenzo VIII dona il feudo dell'abbazia ai Cybo. Dal 1917 il convento è passato in mani private e oggi, ristrutturato, è utilizzato come struttura alberghiera. La chiesa dell'abbazia fu compiuta in due epoche diverse: longobarda (sec.VIII) e romanica (sec. XII), ma i due stili sono così armoniosamente inseriti da non accorgersi della loro successione. All'interno della chiesa si trovano vari frammenti longobardi e sarcofagi romani, ma soprattutto un ciclo pittorico importantissimo per la lunga serie di soggetti del Vecchio e Nuovo Testamento che si svolgono sulle pareti della chiesa come in una finta galleria.
  • a 20 km: Narni 
    "Per chi ama l'arte e la storia, Narni sotterranea offre un'importante varietà di ambienti da visitare nell'ambito di un percorso guidato nei sotterranei della città. Durante questa visita si possono ammirare i locali sotterranei dell'antico complesso conventuale di San Domenico con annessa una chiesa ipogea affrescata nel XIII e XV secolo, una cisterna romana e una cella ricca di graffiti realizzati dai reclusi del tribunale dell'Inquisizione. Su richiesta è possibile visitare i sotterranei di Santa Maria Impensole, chiesa dell'VIII secolo a tre navate, costruita sui resti di un edificio romano. Trasformata in cripta nel XIII secolo, conserva ancora oggi due cisterne romane. Solo su prenotazione è possibile la visita anche all'interno dell'acquedotto romano della Formina (I secolo d.C.)". Testo tratto da www.narnisotterranea.it
  • a 6 km: Cascata delle Marmore 
    La cascata delle Marmore non è solamente visita al salto più alto d'Europa. È molto di più. Ecco tutte le opportunità offerte ai turisti, dalla visita guidata ordinaria, a quelle tematiche fino al tour con gli asinelli. Visita guidata nelle grotte - Cavità e gallerie scavate dall'acqua nel corso dei millenni, sale con stalattiti e stalagmiti da rimanere a bocca aperta. È questo il mondo nascosto all'interno della rupe, quella da cui il fiume Velino si getta nel Nera. La visita nelle grotte si svolge sotto il controllo di una guida speleologica professionista. Tutti vi possono partecipare, compresi bambini e anziani. Visita guidata a carattere botanico - Si va alla scoperta della Lingua cervina, del Capelvenere e di tutte le specie peculiari dell'habitat. Specie difficili da ammirare altrove, nella stessa forma e nelle stesse varianti, perché cresciute in un microclima unico al mondo. Guide botaniche accompagnano i visitatori lungo i sentieri n.2 e n.3 del Parco (Belvedere inferiore), impartendo nozioni sulla flora più caratteristica. Visita guidata in notturna - C'è l'illuminazione della cascata e poi solo le lucette dei visitatori: questa è la visita in notturna al Parco del Belvedere inferiore. C'è anche una guida specializzata che conduce i gruppi lungo i sentieri n.2 e n.3, tra le gole e le rapide del fiume o a ridosso del salto, laddove il rumore dell'acqua diventa fragoroso. Un giro completo arricchito da osservazioni e spiegazioni. Fantapasseggiata dello Gnefro - Sulle orme dello Gnefro, folletto della cascata, gli animatori accompagnano i bambini lungo i sentieri del Parco. La storia del pastore Velino innamorato della ninfa Nera da cui - narra la leggenda - è nata la cascata delle Marmore, viene rappresentata dagli animatori dello staff, abili nel farla rivivere grazie a un accurato travestimento e a capacità interpretative degne di nota. La "Fantapasseggiata dello Gnefro" è la visita animata per bambini regina dei servizi dedicati ai più piccoli.
  • a 15 km: Scheggino 
    È in Umbria, in Valnerina, nel piccolo comune di Scheggino a 15 chilometri da Arrone, il più grande parco tematico interamente dedicato alle attività autdoor; dall’escursionismo ai giochi ecologici, dai corsi alla didattica, dallo sport di montagna alla passeggiata nella natura ubicato in Valnerina, dove sport, natura e avventura si mixano alla perfezione con i suoi scenari activo park. È incorniciato in una stretta e selvaggia valle che sale dal fiume Nera fino ai 1700 metri d’altitudine. Migliaia di ettari dedicati ad avventure, di cui 25 ettari privati dedicati con tutti ciò che può interessare grandi e piccini. Per maggiori informazioni www.activopark.com

37,08€ persona al giorno (circa)


Contattare senza compromesso


  • Su Toprural dal 2008